Home Assistant Corner Le Rubriche di Mr Apple

Home Assistant su Ubuntu: come installarlo

Febbraio 3, 2021 3 min read

Home Assistant su Ubuntu: come installarlo

Reading Time: 3 minutes

Home Assistant su Ubuntu è possibile installarlo? La risposta è si! Ed è più semplice di quanto si pensi.

Nello scorso articolo abbiamo visto le differenze tra Home Assistant ed HomeBridge: con oggi cominceremo a vedere nello specifico come funziona questo tipo di HUB.

HOME ASSISTANT SU UBUNTU: COMPATIBILITA’

Il sistema operativo Ubuntu non è supportato totalmente in maniera ufficiale: ad esempio la componente Supervisor è possibile installarla, ma il suo funzionamento non è perfetto.

Un esempio di questa incompatibilità è data dalla impossibilità di poter installare degli add-on: al momento della stesura di questo articolo, non si è trovata ancora un workaround definitivo.

Per nostra fortuna, la sua componente principale che ci permette di controllare i dispositivi ed esporli su HomeKit è completamente funzionante.

INSTALLAZIONE PREREQUISITI

Dopo aver fatto le dovute premesse, passiamo ora a vedere come installare Home Assistant su Ubuntu.

Come detto prima, l’installazione è molto semplice ed avviene tramite il componente docker, ovvero tramite un sistema di rilascio dell’applicazione tramite un sofwtare, il docker appunto, che prevede al suo interno tutte le componenti necessarie.

La prima cosa da fare, sarà quella di assicurarci che il sistema operativo sia aggiornato. Per farlo digitate:

E successivamente installate i pacchetti da aggiornare con i seguenti comandi:

Home Assistant su Ubuntu

Dopo aver effettuato l’aggiornamento, andiamo ad installare il componente docker e le sue dipendenze, attraverso questa serie di comandi:

Home Assistant su Ubuntu

Completata l’installazione, abilitiamo il servizio docker affinchè si avvi al boot:

A questo punto, tutta la parte docker è stata installata e avviata.

INSTALLAZIONE HOME ASSISTANT SU UBUNTU

Se l’installazione del docker è avvenuta correttamente ed il servizio si è avviato senza problemi, possiamo procedere con l’installazione vera e propria di HA.

Poiché, senza nessun parametro, l’HUB verrebbe installato in un percorso difficile da ricordare, io preferisco creare un utente e installare l’HUB nella sua home.

Per farlo creo per prima cosa l’utente:

e subito dopo, una cartella e lo assegno come proprietario:

A questo punto, finalmente, possiamo installare l’immagine di Home Assistant:

Nel comando l’unica parte da modificare è il path dove volete che vengano installato, ovvero:

Qui potete decidere dove voi dove effettuare l’installazione.

L’installazione non dura molto, ma dipende, come sempre, dalla velocità della vostra connessione internet e dalla macchina che state usando.

PRIMO ACCESSO

L’applicazione sarà disponibile, una volta completata la configurazione da parte del docker, al seguente indirizzo:

Al primo avvio, vi chiederà di creare un utente amministratore e di impostare la vostra posizione.

Home Assistant vi proporrà, altresì, alcune integrazioni in base a ciò che troverà nella vostra locale: ma di questo ne parleremo in un altro articolo.

Per chi fosse interessato, alla pagina ufficiale può trovare molte informazioni su Home Assistant.

Siamo così giunti al termine di questo articolo in cui abbiamo visto come installare Home Assistant su Ubuntu.

Nel prossimo vedremo l’interfaccia grafica come sia composta.

Alla prossima!

0 0 vote
Article Rating

Sistemista Unix. Appassionato di tecnologia. Amante della domotica. Datemi Siri e vi controllerò la casa!
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x