Homebridge Corner Le Rubriche di Mr Apple

HomeBridge e HomeKit: l’accoppiata perfetta!

Novembre 13, 2019 3 min read

HomeBridge e HomeKit: l’accoppiata perfetta!

Reading Time: 3 minutes

Hey Siri, buongiorno” “La tua umile dimora si sta svegliando. Buongiorno a te! “: il bello di una casa a controllo domotico. Avere la possibilità di controllare con i propri dispositivi Apple ciò che è in casa, è forse una delle maggiori comodità. Con Homebridge e Homekit come tema principale, in questo nostro corner, vi spiegheremo settimanalmente le novità e i piccoli tips per una domotica semplice ed economica.

Homebridge e Homekit

Fin da quando Apple presentò nel lontano 2014 la sua idea di domotica e HomeKit, ne rimasi entusiasta: le utilizzazioni del controllo vocale possono essere molteplici, con usi nei più disparati campi.

Come oramai molti sanno, HomeKit è il protocollo studiato dalla casa di Cupertino per poter controllare varie apparecchiature: luci, allarmi, rilevatori di fumo e molto altro. Negli anni i prodotti compatabili sono aumentati, soprattutto nel mercato USA.

Una delle limitazioni, almeno fino ad iOS 11, era la necessità che i dispositivi avessero una compatibilità hardware per potersi integrare con HomeKit. Il motivo, a detta di Apple, era quella di garantire una maggior sicurezza. Se da un lato questo è sicuramente importante, dall’altro ha impedito a molti produttori di creare prodotti appositi.

Con l’avvento di iOS 11, le cose sono leggermente cambiate: Cook & Co. hanno aperto il protocollo a chiamate software per la loro integrazione. Da qui le cose sono migliorate, ma resta sempre la necessità di dover attendere un aggiornamento firmware del produttore. E, purtroppo, molti non hanno intenzione di aderire (vedi soprattutto i produttori cinesi) e, in altri casi come la Netatmo, lo sviluppo impiega anche più di un anno.

Tralasciano le motivazioni della mancata integrazione software, cosa si potrebbe fare se si volesse avere una casa domotica se il prodotto non è compatibile né a livello hardware né a livello software? Una risposta è sicuramente HomeBridge.

homebridge e HomeKit scene

Cosa è esattamente HomeBridge? Semplice un piccolo software open source, basato su nodejs, che permette, attraverso dei plugin, di integrare molti dispositivi.

Molti sono i vantaggi di Homebridge e Homekit:

  • Open source: questo vuol dire che ci sarà una comunità che manterrà aggiornato il prodotto e svilupperà i plugin;
  • Multipiattaforma: nodejs è utilizzato in tantissimi ambiti. Questo fa si che potrà essere installato su Raspeberry, su Linux e anche su Mac;
  • Facile da utilizzare: una volta compreso il metodo di utilizzo, l’integrazione dei plugin risulta essere molto semplice.

Tutti vantaggi quindi? No, purtroppo. Innanzitutto, in caso di problemi, vero è che c’è una comunità in supporto, ma è altrettanto vero che il supporto viene dato in best effort: dovremo attendere che venga risolto un eventuale bug. In caso di aggiornamento del core dell’applicativo (ovvero il nodejs) dovremo stare attenti ai plugin installati: potrebbero non funzionare.

Ma questi sono tutti problemi che, con il tempo, si risolvono. Il vero punto negativo è il dover tenere sempre acceso il dispositivo dove gira HomeBridge: questo è forse il più grande limite. Se si utilizza Raspeberry, forse, l’impatto è limitato. Ma se si opta per una macchina linux o Mac, questa dovrà essere necessariamente sempre accesa.

homebridge e homekit prodotti

Mr.Apple ha deciso di creare una serie di articoli su HomeBridge e la sua integrazione con HomeKit e analizzare alcuni plugin. Nel caso specifico, il sottoscritto ha un’ampia gamma di prodotti HomeKit e altri integrati con HomeBridge (si ho un server linux a casa, per chi se lo chiede) e devo dire che i benefici, almeno nel mio caso, superano i lati negativi.

Se siete interessati a scoprire come funziona HomeBridge e come integrare i dispositivi, non vi resta che attendere il prossimo articolo: installiamo HomeBridge!

0 0 vote
Article Rating

Sistemista Unix. Appassionato di tecnologia. Amante della domotica. Datemi Siri e vi controllerò la casa!
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
ANTONELLO
ANTONELLO
Aprile 2, 2020 12:27

Buongiorno, complimenti per la guida, la procedura è veramente chiara ed è molto semplice portare a compimento tutti i passi necessari per aggiungere homebridge all’app Casa. Volevo chiedere se è possibile accedere a casa da remoto in assenza di hub hardware usando homebridge.
Grazie.

Antonello
Antonello
Reply to  Marco de Santis
Aprile 3, 2020 09:18

Buongiorno, era quello che immaginavo. Grazie per la risposta e per le risorse che ci metti a disposizione.

3
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x