iDatabase per macOS: database versatile e potente

iDatabase per macOS, come dice il nome, è un database che ci permetterà di tenere traccia e di organizzare qualsivoglia data. Abbiamo avuto modo di testarlo e oggi ve ne parliamo.

idatabase per macos

L’organizzazione dei dati è una cosa molto importante. I database, dai più semplici ai più complessi svolgono questo compito. Sul Mac App Store, e non solo, esistono svariate applicazioni che svolgono queste attività.

‎iDatabase
‎iDatabase
Developer: Apimac
Price: 27,99 €

Oggi vi presentiamo iDatabase per macOS: si tratta di un’ottima applicazione che ci permetterà di tenere traccia di qualsiasi dato, in maniera molto semplice.

Caratteristiche di iDatabase per macOS

L’applicazione, una volta avviata, ci metterà a disposizione vari modelli. Tali modelli sono stati creati tenendo presente i dati che maggiormente vengono collezionati dalle persone.

Tra i modelli, infatti, troviamo quelli per catalogare i DVD, per la manutenzione delle nostra auto, libri, spese e molto altro.

Non appena avvieremo iDatabase per macOS, infatti, la prima cosa da fare sarà quella di andare a creare un nuovo database. La creazione potrà avvenire, appunto, o utlizzando un template già predisposto o crearne uno nuovo.

Se optiamo per il primo caso, avremo già alcune voci a nostra disposizione. Le voci presenti, ovviamente, saranno legate al tipo di database scelto.

idatabase per macOS

Tutte le voci, purtroppo, sono in inglese: l’applicazione, infatti, non risulta essere localizzata nella lingua italiana. Poco male: i menù sono di facile comprensione.

Personalizzare un database esistente

Una volta scelto il database, questo potrà essere comunque personalizzato in base alle nostre scelte.

Sulla parte alta troveremo i pulsanti che ci permetterano di ordinare i dati, di modificare la vista dei dati ma non solo.

Tramite il pulsante “customize” potremo andare a modificare i font, il colore dello stesso, l’immagine di sfondo. Mentre tramite la voce “Define Fields” avremo la possibilità di personalizzare i campi del database.

I campi personalizzati sono svariati: potremo gestire campi descrittivi, data, numeri, checkbox ed altro. Purtroppo, però, non è prevista la possibilità di aggiungere dei nuovi campi: sarebbe stata sicuramente una buona opzione.

idatabase per macos

Per poter aggiungere i campi, basterà semplicemente trascinarli nella sezione a destra nella posizione desiderata.

Da questo menù, inoltre, potremo andare anche a modificare l’intestazione così da averla in lingua italiana.

idatabase per macOS

Crezione Database Personalizzato

Se tra i modelli non ci fosse quello adatto alle nostre esigenze, dalla finestra principale potremo andare a selezionare la voce “None”: in questo caso, verrà creato un nuovo database vuoto, senza campi ad eccezione del primo campo.

A questo punto, selezionando nuovamente “Define Fields” potremo andare a trascinare i campi di nostro interesse. Alcuni di questi campi, come ad esempio quelli per i menù a tendine, prevedono già delle voci.

Dalle nostre prove, tali voci possono essere rimosso solo quando avremo aggiunto altri valori. Inoltre, una volta creati non potranno essere rinominati. Si tratta di un comportamento che non di facile gestione: sarebbe stato più utile la possibilità di rinominare i campi, senza doverli cancellarli e poi ricrearli.

Backup e sincronizzazione

iDatabase per macOS permette di effettuare il backup su Dropbox oppure tramite export dei dati su file (sono supportati vari formati per l’export).

Poichè esiste anche un versione per iOS, è possibile effettuare una sincronizzazione dei dati tra le piattaforme. Purtroppo, non vi è supporto ad iCloud e la sincronizzazione avviene unicamente tramite macOS.

Conclusioni su iDatabase per macOS

iDatabase per macOS è sicuramente un’ottima applicazione per la gestione dei dati. Risulta essere molto versatile ed estremamente personalizzabile.

Non è, ovviamente, esente da difetti: una su tutti la mancanza del supporto ad iCloud che permetterebbe una migliore gestione della sincronizzazione.

Ci sentiamo di consigliarvelo? Sicuramente si. Se avete la necessità di un valido software per la raccolta dei dati si tratta di un’ottima scelta.

Vi ricordo che iDatabase per macOS è disponibile su Mac App Store al prezzo di 29,99€. Vi ricordo anche di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social per non perdere nessuna recensione e nessuna news.

Articoli Suggeriti

Leaf Feed RSS: un’app per raccogliere tutti ... Chi ha un blog conosce bene i feed rss: senza quelli sarebbe impossibile seguire tutte le notizie di nostro interesse. Oggi vi vogliamo parlare di Le...
Test estremi sui chip: Apple e la privacy Nel proprio laboratorio segreto Apple svolge test estremi sui Chip Secure Enclave. Un nuovo rapporto è stato oggi rivelato dal laboratorio segreto di...
iOS 13 Beta 1: tutte le novità della prima beta Ap... Ebbene si, dopo qualche ora di rimuginamento anche noi abbiamo deciso di installare sui nostri prodotti il tanto atteso iOS 13 Beta 1. Notate bene ch...
Contest: iDatabase per Macos, vinci subito 120 eur... In Mr.Apple riceviamo spesso richieste di ogni tipo. Da guide sui nuovi prodotti a suggerimenti su quali siano le migliori applicazioni di un determi...
EXIF: come visualizzare i metadati nel Finder su m... EXIF: cosa sono i metadati dell'immagine? I metadati forniscono i dettagli chiave di qualsiasi file, i dati EXIF ​​sono metadati per le immagini. I me...
Resizable Calculator Pro: la nostra recensione Oggi torniamo a parlare di SopoNext e di Resizable Calculator Pro: una calcolatrice evoluta, con caratteristiche uniche.MacOS ha al suo inter...

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami