Amazon Echo Dot: la nostra recensione

      Nessun commento su Amazon Echo Dot: la nostra recensione
Amazon Echo Dot 3
Alexa accendi camera“, “Alexa imposta timer di 10 minuti“: solo alcuni comandi che i nuovi Amazon Echo (nello specifico Amazon Echo Dot) sono in grado di interpretare. Oggi, noi di Mr.Apple, vi forniamo la nostra video recensione e le nostre valutazioni su questi dispositivi che spesso segnaliamo in forte sconto a questo link.
Amazon Echo Dot

Da possessore di tantissimi prodotti Apple, nonché di una casa con svariati prodotti compatibili con HomeKit, sono in attesa di HomePod da quando è stato presentato. Ad oggi, purtroppo, nessuna notizia della sua uscita sul mercato italiano. Avevamo ipotizzato uscisse con con l’evento degli iPad Pro, ma cosi non è stato. Scegliere di utilizzare un prodotto Amazon non è stato facile per me: i dubbi sulla compatibilità dei prodotti che ho integrato in HomeKit (sia nativamente sia tramite HomeBridge) erano tanti. Dubbi sciolti dopo aver testato gli Amazon Echo.

Il prodotto che ho deciso di acquistare è stato l’Amazon Echo Dot: modello che potremmo considerare “entry level” per quel che riguarda l’audio, ma che non ha nulla da invidiare dal punto di vista dell’integrazione. Ecco di seguito la nostra video recensione:

Amazon Echo Dot: la nostra recensione

Come potrete vedere dalla video recensione, le dimensione del Dot sono veramente ridotte: questo ci permetterà di collocarlo in qualsivoglia ambiente, sia in vista sia “nascosto”. La cosa importante è che sia posizionato in un punto in cui riesca ad ascoltare la nostra voce.

Come oramai in molti saprete, gli Echo si attivano tramite la parola “Alexa“: il mio Dot è stato in grado di captare il comando di attivazione e i comandi anche da una stanza all’altra e con rumori in sottofondo. Ciò mi ha notevolmente sorpreso, in quanto non avrei mai pensato che i sensori audio fossero così sensibili.

Per farvi un esempio, durante il montaggio del video e la sua riproduzione, il mio Amazon Echo Dot si attivava non appena captava il comando “Alexa” e le successive richieste che venivano riprodotte dal video, pur trovandomi in stanza diverse e piani della mia casa diversi.

Amazon Echo dot 3 4

La configurazione è stata molto semplice e veloce: basta scaricare l’applicazione, l’accesso è il nostro account Amazon e l’impegno verrà effettuato in pochi istanti. Unica pecca: il mio punto non ha impostato automaticamente la lingua italiana.

Il passaggio successivo è stato quello di accoppiare alcuni dei miei prodotti. Nel caso specifico (come vedrete dal video), ho provveduto ad integrare le Philips Hue (tramite il relativo Hub), un diffusore di aromi compatibile tramite l’abilità e la mia TV LG. È già necessario moltissime competenze in italiano, ma tante ne mancano ancora. Senza la localizzazione italiana, infatti, non è possibile installare le competenze uffiiciali.

In definitiva, mi reputo altamente soddisfatto di questo acquisto e sempre, delle possibili integrazioni.

Se vi state chiedendo quali prodotti io abbia già integrato e quali abbia usato, vi lascio i link di Amazon:

E ovviamente vi linkiamo anche la gamma Amazon restante che prevede i seguenti prodotti:

The following two tabs change content below.
Amante della Mela sin da quando ha avuto modo di smanettare sul primo iPod. In seguito, dopo aver conseguito studi classici, ha iniziato a studiare Informatica sia all'università che da autodidatta e ha sempre lavorato in ambito prettamente informatico. Appassionato di Rumors, Notizie e recensore di App e Accessori tecnologici. Beta Tester all'occorrenza.